PAESC TERRE DI COMINO SMART LAND

“Il primo progetto di movimento dal basso a tutela del clima e dell’energia dei territori rurali del Lazio”

Nell’Aprile del 2017, con la firma del Patto dei Sindaci Terre di Comino Smart Land, i 32 Comuni soci del Gal Verla si sono impegnati per:

  • Programmare interventi ed azioni per l’aumento dell’efficienza energetica, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e l’individuazione di azioni per il contrasto agli effetti devastanti dei cambiamenti climatici.

  • Programmare interventi ed azioni sul territorio delle Terre di Comino per raggiungere entro il 2030 l’obiettivo europeo di ridurre del 40% le emissioni di gas serra ed adottare un approccio congiunto all’integrazione di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

Le Terre di Comino in questo modo mettono a frutto l’esperienza maturata dal Gal Verla negli ultimi venti anni di lavoro sul territorio creando un collegamento diretto con il movimento europeo del Patto dei Sindaci per il clima e l'energia che negli ultimi otto anni ha visto migliaia di autorità locali e regionali impegnate su base volontaria a raggiungere sul proprio territorio gli obiettivi UE per l’energia e il clima attraverso la governance dal basso e un livello di cooperazione multilivello.

Attraverso fondi europei diretti, fondi strutturali, coinvolgimento degli istituti bancari e fondazioni, utilizzo di garanzie fideiussorie e sgravi, azioni e progetti integrati verranno realizzati su un territorio molto vasto che comprende tutte le Terre di Comino.

Per tradurre il proprio impegno politico in misure e progetti pratici, i firmatari del Patto devono in particolare redigere un Inventario di base delle emissioni di tutti i settori di attività (pubblici e privati) finalizzate alla Valutazione dei rischi del cambiamento climatico e delle vulnerabilità.

Si impegnano inoltre a elaborare, entro due anni dalla data di adesione del consiglio locale, un Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima (PAESC) che delinei le principali azioni che le autorità locali pianificano di intraprendere. Per fare questo verranno organizzati incontri e forum tematici per l’elaborazione di strategie efficaci per la definizione delle ambizioni e l’attuazione del piano attraverso partecipazione degli stakeholders e la cittadinanza attiva.

Questo forte impegno politico segna l’inizio di un processo a lungo termine, durante il quale Terre di Comino Smart Land stabilirà con la Commissione Europea, una relazione costante di revisione e monitoraggio.

Il progetto offre la possibilità di sviluppare metodi innovativi di fare rete, scambiare esperienze e consolidare competenze con il sostegno da parte delle autorità nazionali e subnazionali e lo scambio di modelli comuni di monitoraggio con gli altri progetti PAESC a livello europeo.

La partecipazione di 34 comuni al progetto PAESC assicura il riconoscimento e visibilità a livello internazionale per l’azione di Terre di Comino Smart Land su clima ed energia e l’opportunità di influenzare la politica su clima ed energia dell’UE.