A+ A A-

GAL-VERLA - APPROVATO IL PIANO PER IL CONTRASTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI

“L’unico motivo per cui il riscaldamento globale sembra inarrestabile è che non abbiamo ancora provato a fermarlo” Gregg Easterbrook

L’assemblea dei Sindaci del PATTO DEI SINDACI “Terre di Comino Smart Land”,alla presenza del Prof. Antonello Pezzini, Consigliere del Comitato Economico e Sociale Europeo, ha approvato il PAESC (Piano di Azione perl’Energia Sostenibile e il Clima) che darà benefici economici e finanziari al territorio dei 32 comuni della provincia di Frosinone aderenti.

L’assemblea tenutasi il 3 dicembre scorso presso il Palazzo Comunale di Alvito è stata presieduta dal sindaco di Ripi, dott. Piero Sementilli, alla presenza di numerosi amministratori che hanno anche accettato l’adesione di tre nuovi comuni: Ferentino, Patrica e Viticuso.

Il presidente del Gal, arch. Loreto Policella, struttura di supporto tecnico al Patto ha ricostruito l’iter e le strategie del Piano ed illustrato i contenuti. Dal gennaio 2016, data di costituzione del Patto tra i sindaci, e dopo l’invio alla UE nel settembre 2016 sono stati necessari tre anni di lavoro nei quali il Gal “Versante Laziale del PNA”,gli Uffici tecnici dei Comuni,trenta giovani del Progetto Torno Subito – Regione Lazio  e decine di tecnici (ingegneri, architetti, geologi, geometri, ecc.) hanno raccolto dato  per la redazione del “Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima” che abilita il nostro territorio ad ottenere i benefici finanziari dalla UE.

Il PAESC prevede un investimento complessivo di circa 134.000.000,00 di Euro ed una ricaduta occupazionale media di circa 2.000 nuovi occupati (circa 13-15 occupati per milione di investimento) nell’arco dei sui10 anni di attivazione e realizzazione del Piano ed elle azioni in esso contenute. La Redazione del PAESC è stata sostenuta con un contributo della Camera d i Commercio di Frosinone.

Ora finalmente i Comuni possono indicare, nell’ambito delle azioni del PAESC, gli “Interventi” che intendono attuare:

SETTORE AMMINISTRAZIONI LOCALI

           
               

1

Audit energetico edifici comunali

           

2

Interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici

     

3

Efficientamento della pubblica illuminazione

         

4

Razionalizzazione con ammodernamento del parco auto degli Enti pubblici comunali

 

5

Allegato Energia e Ambiente Regolamenti Comunali

       
               

SETTORE APPALTI PUBBLICI - monitoraggio e sensibilizzazione

     
               

6

Case dell'acqua del Sindaco

           

7

Acquisto energia verde e riduzione costi energetici per i Comuni attraverso il Bill Audit

 

8

Sportello del Patto dei Sindaci (banca dati, monitoraggio PAESC, sisma ed ecobonus,…)

 

9

Promozione PAESC

           

10

Formazione tecnici comunali e divulgazione eco e sismabomus

     

11

Distretto economia circolare e sinergy manager

       

12

Marchi di sostenibilità

           

13

Acquisti verdi

           
               

SETTORE PRODUZIONE ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

       
               

14

Fotovoltaici edifici pubblici

           

15

Fotovoltaici edifici privati, Gruppo d'acquisto e Cooperative di Comunità Energetiche

 

16

Micro idroelettrico e geotermia e ricerca fonti alternative

     
               

SETTORE TRASPORTO PUBBLICO E PRIVATO

         
               

17

Mobilità sostenibile - trasporto pubblico

         

18

Mobilità sostenibile - trasporto privato

         

19

Mobilità sostenibile - punti di ricarica elettrico

       

20

Mobilità sostenibile - trasporto privato (campagne ecodrive)

     
               

SETTORE TERZIARIO (servizi, GDO, Alberghi etc.)

         
               

21

Efficientamento/Risparmio energetico grandi utenze del terziario e produzione da fonti rinnovabili

               

SETTORE RESIDENZIALE

           
               

22

Riqualificazione patrimonio edilizio

         

23

Interventi sul patrimonio edilizio  residenziale privato

       

24

realizzazione tetti o pareti vetri

           

25

Impianti di gestione centralizzata

           
               

INDUSTRIA

           
               

26

Unione energia

           
               

MITIGAZIONE E ADATTAMENTO

           
               

27

Piantumazione arborea - arredo urbano "PROGETTO OSSIGENO"

     

28

Gestione forestale sostenibile

           

29

Forestazione e servizi ecosistemici

         

30

Agricoltura conservativa e Biodistretto

         

31

Prevenzione del dissesto idrogeologico, manutenzione del territorio

   

32

Riduzione della produzione di rifiuti urbani, efficientamento raccolta e trattamento RU

 

33

Biogas da rifiuti

           

34

Centraline qualità aria

           

35

Educazione alla protezione civile

           

36

Protezione civile - Prevenzione in caso di calamità

       

 

L’approvazione del PAESC da l’innesco alla fase di attuazione con il finanziamento con fondi UE che garantiscono innanzitutto gli investimenti per la progettazione degli interventi pubblici, della disseminazione del PAESC nel territorio e la costituzione dell’Ufficio e dello Sportello per la gestione del PAESC fino al 2030.

Per i Comuni del Patto è stata una scelta coraggiosa, anticipatrice, consapevole degli scenari ambientali futuri; oggi si invera l’opportunità di dare un indirizzo serio e concreto alle proprie scelte programmatiche nella direzione di ridurre le emissioni  di CO2 e degli altri gas climalteranti. Si tratta di una grande opportunità di rilancio economico del  territorio nella direzione dell’economia circolare, della sostenibilità ambientale cogliendo nel contempo le importanti opportunità economico-finanziarie offerte dalla UE.

Per il sistema imprenditoriale della Provincia di Frosinone, soprattutto per le imprese del comparto edile e impiantistico che si sono riconvertite al tema della riqualificazione sarà una buona opportunità di rilancio delle attività situate nel proprio territorio:impiantistica pubblica, eco bonus, sisma bonus, bonus facciate, ecc. Per i cittadini proprietari di immobili il Paino è una reale possibilità di accedere ad incentivi e bonus per l’ammodernamento, l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare da riqualificare: ottenere attraverso  i bonus fiscali  di efficientare, adeguare sismicamente, le proprie abitazioni anche trasferendo i bonus fiscali.

 

IL PAESC “Terre di Comino Smart Land” è il primo progetto in ambito regionale costruito dal basso e che ha raccolto i dati territoriali finalizzati ad individuare misure e azioni per affrontare le tematiche inerenti i cambiamenti climatici nonché il primo raggruppamento rurale d’Europa per dimensione e numero di abitanti.

 

Il Piano di Azioni per l’Energia Sostenibile e per il Clima “Terre di Comino Smart Land” è il risultato di un lungo processo, effettuato con 32 Amministrazioni Comunali di un vasto territorio rurale, al fine di condividerne la visione, i punti di partenza, gli obiettivi, le azioni e i risultati da conseguire nel breve, nel medio, nel lungo periodo. Il PAESC è quindi il documento chiave che definisce le politiche energetiche e di contrasto ai cambiamenti climatici che le 32 Amministrazioni Comunali delle Terre di Comino intendono adottare per perseguire gli obiettivi stabiliti nel Patto dei Sindaci. Tutti i Comuni hanno aderito al PAESC con delibera di Consiglio Comunale impegnandosi a mettere in campo le azioni finalizzate, entro il 2030, a:

  • Coinvolgere attivamente e sistematicamente la popolazione sulle tematiche ambientali e di contrasto ai cambiamenti climatici;
  • Ridurre di almeno il 40% le emissioni di gas a effetto serra e in particolare di CO2 ed incrementare  del 27% l'efficienza energetica;
  • Migliorare la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici che si manifestano nel territorio.

 

Il territorio dei Comuni del Patto

 mappa

N.

COMUNE

SINDACO ADESIONE

DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE

 

SINDACO APPROVAZIONE 03.12.2019

1

Acquafondata

Antonio     Di Meo

15/2014

 

Antonio     Di Meo

2

Alvito

Duilio       Martini

11/2014

 

Duilio         Martini

3

Aquino

Libero Mazzaroppi

11/2014

 

Libero        Mazzaroppi

4

Arpino

Renato      Rea

3/2014

 

Renato      Rea

5

Atina

Silvio          Mancini

4/2014

 

Adolfo       Valente

6

Belmonte Castello

Antonio     Iannetta

22/2014

 

Antonio     Iannetta

7

Boville Ernica

Piero          Fabrizi

4/2014

 

Enzo           Perciballi

8

Campoli Appennino

Pietro      Mazzone

2/2014

 

Pancrazia  Di Benedetto

9

Casalvieri

Franco     Moscone

1/2014

 

Franco       Moscone

10

Castelliri

Francesco Quadrini

15/2016

 

Fabio          Abballe

11

Castrocielo

Filippo   Materiale

21/2016

 

Filippo        Materiale

12

Cervaro

Angelo      D'Aliesio

5/2016

 

Commissariato

13

Colle San Magno

Antonio Di  Adamo

18/2014

 

Antonio      Di Adamo

14

Gallinaro

Mario          Piselli

18/2014

 

Mario          Piselli

15

Monte S. Giovanni C.

Angelo    Veronesi

24/2014

 

Angelo        Veronesi

16

Picinisco

Marco  Scappaticci

7/2014

 

Marco        Scappaticci

17

Piedimonte S.Germano

Domenico  Iacovella

20/2014

 

Gioacchino Ferdinandi 

18

Pontecorvo

Anselmo  Rotondo

8/2016

 

Anselmo     Rotondo

19

Ripi

Giovanni     Celli

10/2014

 

Piero            Sementilli

20

Roccasecca

Giuseppe    Sacco

20/2017

 

Giuseppe    Sacco

21

S. Biagio Saracinisco

Dario    Iaconelli

4/2014

 

Dario           Iaconelli

22

S. Donato V.C.

Enrico       Pittiglio

43/2014

 

Enrico          Pittiglio

23

S. Vittore del Lazio

Nadia           Bucci

27/2014

 

Nadia           Bucci

24

Sant'Elia Fiumerapido

Fernando    Cuozzo

15/2014

 

Roberto       Angelosanto

25

Settefrati

Riccardo  Frattaroli

4/2014

 

Riccardo      Frattaroli

26

Strangolagalli

Giovanni  Vincenzi

27/2015

 

Roberto       De Vellis

27

Terelle

Dino             Risi

14/2014

 

Dino             Risi

28

Vallerotonda

Gianfranco  Verallo

2/2014

 

Giovanni      Di Meo

29

Veroli

Simone   Cretaro

19/2015

 

Simone         Cretaro

30

Vicalvi

Gabriele   Ricciardi

11/2014

 

Gabriele       Ricciardi

31

Villa Latina

Giancarlo   Panetta

14/2014

 

Luigi              Rossi

32

Villa Santa Lucia

Antonio   Iannarelli

66/2014

 

Antonio        Iannarelli

 

La redazione del PAESC ha visto il lavoro congiunto 72 professionisti, la cooperazione di tanti tecnici comunali e amministratori locali per la raccolta di una enorme quantità di datidall’anno 2011 sui consumi energetici e sulla emissioni di CO2 in atmosfera dell’intero territorio; l’impegno dei singoli comuni per individuare azioni per realizzare interventi di efficienza energetica, mobilità sostenibile, gestione sostenibile dei rifiuti e delle risorse idriche nello sforzo di pianificare nel territorio una azione concreta,per raggiungere entro il 2030 l’obiettivo di ridurre del 40% le emissioni di gas serra e adottare un approccio congiunto all’integrazione di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

 

 

 

Emissioni al 2011

Emissioni al 2030

 

Tonnellate CO2

Tonnellate CO2

PUBBLICO

14.841,46

5.634,49

RESIDENZIALE

108.290,83

48.730,87

TERZIARIO

53.347,70

34.676,00

INDUSTRIA (NO ETS)

128.520,32

102.816,25

TRASPORTI

207.395,21

114.067,37

TOT

512.395,52

305.924,99

 

L’adesione al Patto ha rappresentato per i Comuni una scelta programmatica coraggiosa e anticipatrice, un’opportunità per dare un indirizzo serio e concreto alle proprie scelte programmatiche nella direzione di  ridurre le emissioni  di CO2 nel proprio territorio, garantendo una maggiore sostenibilità ambientale e cogliendo nel contempo le conseguenti   importanti opportunità economiche offerte dalla UE con evidenti  ricadute sul:

-          sistema imprenditoriale della Provincia di Frosinone.

-          sviluppo dell’offerta locale

-          creazione di posti di lavoro

-          risparmio sui consumi energetici

-          efficienza nei servizi

 

Altresì rappresenta per i cittadini una reale possibilità di accedere ad incentivi e bonus per l’ammodernamento, l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare.

 

La prossima Assemblea del Patto dei Sindaci dovrà approvare il Piano PAESC per il successivo invio alla UE dopo che i Comuni avranno scelto, nell’ambito delle Azioni del Piano i propri Interventi.

 

I tecnici del Gal Verla, hanno lavorando ininterrottamente per chiudere entro la fine di ottobre il Piano programmatico di tutte le azioni previste nel territorio. Il lungo lavoro di censimento, raccolta ed elaborazione dati ha permesso di individuare per ciascun comune, ad eccetto di quelli non in regola con gli adempimenti burocratici, una capillare strategia di azione che sarà possibile mettere in atto grazie ai fondi europei destinati e stanziati per la realizzazione di questa misura.

Ad oggi risultano completi e pronti per essere presentati alla commissione di Bruxelles gli interventi della maggior parte dei comuni  solo alcuni sono in ritardo nella scelta di azioni e interventi.

I benefici non saranno soltanto per gli enti locali, essi mobiliteranno tutto il comparto economico privato  che tale progetto abbraccia in termini di risorse umane, aziende ed imprese coinvolte, ma riserva opportunità concrete per i cittadini che possono, con formule agevolate e garantite, accedere a incentivi e bonus per l’adeguamento sismico, per la sostituzione di vecchie caldaie con quelle a bassa emissioni e maggior risparmio energetico, interventi nella riqualificazione del patrimonio edilizio esistente (compresi i giardini) e nelle nuove costruzioni.

Come sempre il Gal Verla, per garantire supporto e facilitare il lavoro, nella prossima fase di attuazione del Piano, attiverà uno sportello informativo presso gli uffici del Gal, che guiderà i cittadini nella complicata gestione delle pratiche burocratiche sia per gli enti pubblici che per i privati.