A+ A A-

FACCIAMO CHIAREZZA SUL GALVERLA C' È CHI DIFFONDE INFORMAZIONI SBAGLIATE

Precisiamo che:

  1. Non è necessario perdere la qualità di soci dell'Associazione Gal Verla per poter presentare la candidatura al bando misura 7
  2. Il Gal verla non ha perso la Personalità Giuridica

Chiarisce il presidente del Gal Loreto Policella:

"I Comuni soci del Gal Verla possono ottenere il finanziamento della Misura 7 del PSR Lazio (art. 3 del bando n° GO7996 del 7 Giugno 2017) in quanto i comuni soci del Galverla non sono coperti dall'approccio Leader (bando misura 19) ". In risposta al  bando per la redazione dei piani di sviluppo dei comuni e dei villaggi rurali del PSR Lazio,  aperto ai comuni non interessati dalla misura 19 (ricordiamo aperto solo ai comuni e non alle imprese private) il Gal Verla  ha offerto il sostegno tecnico ai comuni soci per la redazione del Piano, collaborando alla stesura  di  6 progetti e con il coinvolgimento di 12 Comuni".

Contrariamente a quanto affermato da un organo di stampa poco informato,  il Gal Versante Laziale del PNA  è tra le poche organizzazioni con  Personalità Giuridica  riconosciuta ( vedi DGR n° 1888 del 4 Agosto 2000)".

E' grave che si stiano diffondendo notizie false  circa l'attuazione delle misure del PSR Lazio 2014-2020.  E' grave che una "certa politica", invece di unire e di sostenere i territori nella crescita e nello sviluppo, per meri interessi personali, tenti pervicacemente di dividere e lacerare la volontà di cooperare dei Comuni e del territorio.

Facciamo allora un pò di chiarezza.

Il Gal Versante Laziale del PNA è una associazione che nel tempo è cresciuta  aggregando 33 comuni della provincia di Frosinone e sperimentando in maniera pionieristica innovazione e collaborazione tra gli enti locali,  cittadini e imprese per lo sviluppo del territorio interessato.

Questa sinergia ha generato nel corso delle Programmazioni Leader 1994-2000, 2000-2006 e 2007-2013 il finanziamento di oltre 300 progetti che hanno sviluppato un incremento delle attività produttive nel campo agroalimentare di qualità, del turismo sostenibile, della valorizzazione dei siti archeologici, storico monumentali, naturalistici e l'attivazione di servizi didattico culturali con importanti ricadute  sull'occupazione soprattutto giovanile , sulle imprese green e sull'economia locale.

Gli esiti relativi al bando della programmazione 2014-2020 per la Misura 19, vedono il Gal Verla, insieme ad altri, tra i Gal ammissibili ma non finanziabili.

Pur essendo la graduatoria bloccata da oltre un anno, con un fermo delle attività di tutti i Gal ammissibili del Lazio, il nostro Gal non ha mai interrotto l'operatività lavorando su numerosi altri progetti e offendo sempre con disponibilità un servizio ai propri soci e al territorio con uno sportello aperto tutti i giorni.

Il Gal infatti è una agenzia di sviluppo locale che lavora a tutto campo per la valorizzazione del territorio, costituita nel 1994 e da statuto, attiva fino al 2030.

La misura 19 costituisce solo una parte delle attività di cui il Gal si può occupare, pertanto nel tempo ha continuato e continua a svolgere  la sua azione di supporto agli enti locali e alle imprese del territorio in maniera sinergica e costante, lavorando parallelamente su diversi progetti. Citiamo fra quelli  già finanziati i progetti di inclusione sociale per le fasce con disagio socio economico e psico fisico (progetto T.E.S.T. e Valli a ....Includere, presentati da cooperative sociali con il sostegno del Gal), il "Patto dei Sindaci Terre di Comino Smart Land", per la redazione del Piano di Azione per l'Energia e il Clima, ad oggi unico PAESC  congiunto di un'area  rurale,  che vede coinvolti  33 comuni della provincia di Frosinone e la Camera di Commercio di Frosinone, che aiuterà il territorio nel campo della sostenibilità ambientale, con azioni per il risparmio energetico e la lotta ai cambiamenti climatici così come previsto dalle direttive europee.

Ci sono però personaggi che stanno diffondendo notizie false e tendenziose sulla  Misura 7, che come sopra dimostrato non corrispondono al vero ed ai quali ricordiamo che il lavoro svolto fonda su una base solida perché è stato costruito nel corso degli anni dalla volontà politica, l'intelligenza, la collaborazione e cooperazione di Amministratori, Imprese, Professionisti, Associazioni e giovani  del territorio, perciò  dubitiamo che possa essere distrutto dai tentativi  in corso,  ma vogliamo altresì chiarire che non verranno tollerate altre falsità.

Sappiamo già che questo territorio è potenzialmente virtuoso e ha costruito e sviluppato molte opportunità (marchio d'area turistico delle 4E, brand "Terre di Comino - un mondo protetto per te", festival nazionali e internazionali, turismo rurale di qualità, prodotti tipici certificati ecc.), e continuando a lavorare per la costruzione di una rete di progetti sinergici potremo accrescere la qualità della vita con una ricaduta occupazionale a beneficio di tutti.