A+ A A-

La voce delle Associazioni: Confesso che ho bevuto...

Questa pagina è dedicata alle esperienze associative più rilevanti realizzate con il sostegno del GAL. Segnalate le vostre iniziative all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Confesso che ho bevuto... Storia della Strada del vino, dell’olio e dei prodotti tipici delle terre di S. Benedetto.

La “Strada del vino, dell’olio e dei prodotti tipici Terre di San Benedetto” è un percorso educativo
e di valorizzazione delle produzioni agricole ed agroalimentari tipiche, biologiche e di qualità, presenti nel territorio meridionale del Lazio, in parte ricadente in aree di grande pregio ambientale: il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la Riserva Naturale Regionale Lago di Posta Fibreno, il Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci e alcuni siti SIC e ZPS.

Le aziende dell’Atina DOC, le risorse ambientali, il patrimonio di biodiversità e i paesaggi rurali definiscono la Strada del vino come un itinerario della tipicità.

La Strada nasce dal lavoro realizzato negli ultimi anni da molteplici attori: le aziende agricole ed agroalimentari, il GAL Versante Laziale del PNA, le associazioni di categoria agricole quali la CIA, la Confagricoltura, l’AIAB, gli Enti Pubblici (Atina Città del Vino), ma anche diverse associazioni culturali ed ambientali come Slow Food, Legambiente e FIE, che si sono adoperate per la valorizzazione delle produzioni agricole e per la costruzione di offerte integrate.

Alla Strada del vino, riconosciuta dalla Regione Lazio nel giugno del 2007, partecipano i produttori dell’Atina Cabernet DOC, Enti locali, associazioni enogastronomiche e di sviluppo locale. A partire dalla primavera del 2009 la strada è capofila del Progetto Integrato di Filiera “Terre di San Benedetto e dei Monti Ernici”.

La PIF è il frutto di un percorso attivato negli ultimi anni dalle imprese vitivinicole dell'Atina Doc e del Cesanese del Piglio DOCG.

Gran parte delle aziende della filiera sono state coinvolte dal programma Leader che ha dimostrato capacità di organizzare gli attori locali in partenariati, di elaborare collettivamente strategie pilota a carattere integrato, specialmente se connesse all’identità dei territori.


IL COMMENTO:
Presidente dell’Associazione “Strade del Vino, dell’olio e dei prodotti tipici Terre di San Benedetto”

La Strada del Vino, dell’olio e dei prodotti tipici terre di S. Benedetto nasce qualche anno fa da una collaborazione tra mio padre Giovanni, ideatore e promotore della D.O.C. ATINA, ed il Presidente del Gal Loreto Policella, con lo scopo ben preciso di rivalutare il nostro territorio dal punto di vista vitivinicolo e turistico.

La scomparsa improvvisa di mio padre mi ha lasciato come eredità quella di portare avanti un progetto importante. Siamo riusciti, tra mille difficoltà, a portare quest’ulteriore strumento di crescita nella nostra Valle di Comino coinvolgendo le migliore Aziende del territorio vitivinicolo e promuovendo anche gli altri prodotti tipici come il fagiolo cannellino, l’olio, i formaggi e molti altri ancora.

Siamo riusciti a presentare un progetto di Filiera vitivinicola (PIF), l’unico della Provincia di Frosinone, e a farlo approvare dalla Regione Lazio, portando nella nostra area fondi per circa 3.500.000,00 euro, sia per l’ampliamento delle Aziende vitivinicole già esistenti,
sia per la promozione di tutto il territorio.

Infine, ma non ultimo per importanza, risorse per la formazione degli addetti ai lavori.

Realtà aumentata

Galverla Map 2.0 | Realta' aumentata

Downloads