A+ A A-

Progetti realizzati dal Gal: Casa Lawrence: quando la storia diventa opportunità

Casa Lawrence di Picinisco, da residenza ispiratrice dello scrittore inglese ad agriturismo ed azienda agricola, che oggi può vantare la presenza di ospiti illustri e riconoscimenti in termini di qualità dei prodotti proposti e dell’accoglienza.

Ma affacciamoci un po’ nella storia, per capire quali erano i presupposti. Questa struttura di inizio ‘900 dal tipico stile inglese situata nel comune di Picinisco, all’interno del PNA nel versante laziale, è appunto chiamata così in onore del celebre scrittore David Herbert Lawrence, ospite del piciniscano Orazio Cervi. Lo scrittore trovò tra quelle mura circondate da splendide montagne l’ispirazione per completare il famoso romanzo “The Lost Girl”, “La Ragazza Perduta”, dando lo sfondo alle vicende che raccontano l’ambiente, la natura e gli uomini di questa terra.

La famiglia Pacitti, attuale proprietaria, dopo un fedele restauro ha reso la struttura luogo di visita, soggiorno e agriturismo. Allevatori e agricoltori da generazioni, i Pacitti producono prelibati formaggi, vini e carni che arricchiscono la tavola dei loro ospiti.

L’aneddoto storico del passaggio di Lawrence rende senza dubbio questo luogo affascinante.

Lo scenario suggestivo della montagna, sconfinata ed incerta, le vette immacolate, il verde assolato  degli alpeggi, incantarono il romanziere inglese che ritrovò “tra le magnifiche stelle così lucenti”, l’ispirazione per terminare il suo  romanzo. La residenza di Orazio, tra le righe dell’opera menzionato come Pancrazio, diventerà un ambiente del romanzo citato; il paesaggio di Picinisco sarà lo sfondo della storia d’amore dei protagonisti Alvina e Ciccio.

La villa vittoriana di Orazio è oggi conosciuta appunto come “Casa Lawrence”. Le minuziose descrizioni degli ambienti, delle stanze, degli arredi riportate nel capolavoro “La ragazza perduta” hanno consentito una fedele restaurazione della struttura di casa “Lawrence”, ad opera della famiglia Pacitti, nel rispetto e nella tutela dello scenario che si presentò allo scrittore inglese e a sua moglie Frieda in una fredda notte di Dicembre del primo Novecento.

Da sottolineare anche la bravura dei proprietari nell’accostare la valorizzazione dei prodotti tipici nell’accoglienza della Casa, esempio fra tutti quello del Pecorino di Picinisco, formaggio di lavorazione artigianale unica che ha ottenuto il marchio DOP.

Realtà aumentata

Galverla Map 2.0 | Realta' aumentata

Downloads